Cuba

“Programma di appoggio al miglioramento dei servizi di educazione per l’infanzia,  prevenzione, integrazione al lavoro dei disabili mentali nelle zone orientale ed occidentale dell’isola di Cuba”.
Luogo CUBA – Città dell’Avana (Municipi Habana Vieja e Plaza), Provincia dell’Avana (Municipio Artemisia), Granma (Municipi di Bayamo, Manzanillo e Bartolomè Masò).
Anno 2006
Beneficiari
  • 3.385 Bambini e bambine da 0 a 6 anni che vengono seguiti dal punto di vista educativo negli Asili Infantili e nei gruppi dei Servizi Territoriali, insieme alle loro famiglie.
  • 175 operatori sociali che si occupa dell’educazione negli Asili Infantili e nei Servizi Territoriali
  • I bambini e le bambine con deficit auditivi diagnosticati precocemente, insieme con le loro famiglie
  • I bambini e le bambine con alterazioni cromosomiche identificate
  • Le famiglie con alterazioni cromosomiche identificate
  • Il personale delle 13 strutture municipali e provinciali di Educación Especial coinvolto nell’azione;
  • 84 educatori delle scuole di Educación Especial
  • 630 giovani formati e integrati al lavoro
  • Gli agenti comunitari coinvolti nelle differenti attività
Partner GVC (Italiano) – Comunità Economica Europea, CELEP (Centro de Referencia Latinoamericano para la Educación Preescolar) – CELAEE (Centro de Referencia Latinoamericano para la Educación Especial) –UNIVERSITA’ PEDAGOGICA dell’ Habana.
Socio referente Ilaria Maletti-Elisa Serafini
Descrizione Generale Ilaria ed Elisa lavorano da anni in centri diurni socio-educativi con ragazzi affetti da varie forme di disagio fisico e mentale. Hanno dunque manifestato l’interesse di partecipare al progetto europeo di cui faceva parte la Cooperativa Sociale Labirinto, per cui lavorano.Sono state ospitate per un mese a Cuba al fine di  conoscere le realtà che lavorano con la disabilità fisica e mentale ed hanno accompagnato gli educatori cubani nella study-visit in Italia.
Obiettivi Obiettivi

  • Promuovere la formazione continua degli attori responsabili del processo educativo infantile (vie formali e non formali di educazione) dei bambini 0-6;
  • Aumentare la qualità dell’intervento dei servizi di educazione per l’infanzia, prevenzione, formazione e integrazione al lavoro in municipi delle province di Città dell’Avana, Avana, Granma e Pinar del Rio;
  • Studiare l’incidenza e l’eziologia dei casi di ritardo mentale presenti nella popolazione nata nel periodo 1977 –1993 nelle tre province;
  • Promuovere la Formazione e nuove forme di  inserimento al lavoro della popolazione con necessità educative speciali.
Attività AzioniAttività di scambio GVC-ASSOCIAZIONE RECIPROCA ONLUS:

  • Giugno 2007.  Missione n. 2 cooperatrici italiane a Cuba. Interscambio tra specialisti italiani  con esperti di educazione infantile, prescolare e speciale nelle province di azione del progetto.
  • Settembre 2007.  Missione n.3 operatrici cubane in Italia. Interscambio tra specialisti cubani, incaricati dell’educazione e sviluppo dell’infanzia da 0 a 6 anni, e professionisti del sistema educativo italiano.

 

Stato (concluso o attivo) Concluso